Archivi tag: primavera araba

Domande retoriche?

Non si discute sul fatto che Al Assad sia un dittatore. L’ho detto e scritto più volte. Il punto rimane sempre lo stesso, mi chiedo ancora una volta: chi sono i ribelli anti-Assad? L’Esercito Libero Siriano alleato con il Fronte Islamico che vorrebbe costituire uno stato islamico secondo le leggi della Sharīʿa? Jabhat al–Nusra, il gruppo affiliato con Al-Qaida? l’IS di cui tutti conoscono l’ideologia? Anche volendo accogliere il lato più vero della propaganda contro l’Iran oscurantista, contro Putin il massacratore, contro l’Hezbollah antisemita, etc etc etc, mi chiedo ancora una volta: da quali nazioni è formato il fronte anti-Assad?
Dalla democratica Arabia Saudita? Dall’emancipata Turchia? Dagli disinteressati USA? E ancora: tranne che in Tunisia, dove e quando… Continua a leggere »
Pubblicato in Notizie | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , | 4 commenti

Democrazia un tanto al barile

Il 31 ottobre è caduto un aereo di una compagnia russa con 224 persone a bordo, di cui 27 bambini. L’IS ha rivendicato subito l’attentato ma ne abbiamo avuto la certezza circa una settimana fa: una bomba nella stiva o sotto la sedia di un passeggero. Non abbiamo immagini di quella tragedia, se non foto di rottami. Questi 27 bambini avevano un volto e delle manine piccole e due occhi sempre pronti a meravigliarsi, suppongo. Come tutti i bambini. Noi non abbiamo travestito la nostra immagine del profilo di FB con i colori della bandiera russa, non abbiamo fatto manifestazioni e non abbiamo neanche commentato con la solita retorica strappalacrime e becerorazzista. Siamo stati in silenzio. Perché? Perché siamo soggetti… Continua a leggere »
Pubblicato in Notizie | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , | 1 commento

I buoni e i cattivi

…La brutalità di Gheddafi deve essere fermata. L’attacco è necessario per difendere i civili… Lo dicono i buoni che agiscono con sottomarini e navi che sparano fiori. Il portavoce del governo libico sostiene che il regime ha accettato la Risoluzione del ’73 e ha rispettato il cessate il fuoco ma le nazioni unite e la società internazionale anziché inviare degli osservatori per verificare i fatti hanno cominciato ad attaccare il paese con grave danno anche per la popolazione civile. Sicuramente mente. Ci conviene pensarlo.
Comunque –tranquilli- sb ha detto che noi non abbiamo nulla da temere perché la Libia non possiede armamenti in grado di raggiungere l’Italia. A Lockerbie infatti Gheddafi, non avendo missili, aveva lanciato un aereo di linea… Continua a leggere »
Pubblicato in Filosofia | Contrassegnato , , , | Lascia un commento