Archivi tag: Giusy Randazzo

Ti lascio di nuovo

In tutti noi esiste un fondo di pura irrazionalità. Ed è talmente intimo che non ne condividiamo il contenuto neanche con la persona che più ci è amica, quella insomma a cui possiamo confidare ogni cosa. Eppure appartiene a tutti.
Facciamo qualche esempio.
A chi non è mai venuto in mente, di fronte a un freno di emergenza -una semplice leva rossa- o a un martelletto, di quelli per infrangere il vetro del pulsante d’emergenza, di pensare di usarli pur senza alcuna effettiva emergenza? E non è forse vero che l’istinto è divenuto talmente forte che abbiamo dovuto girare lo sguardo altrove? O ci siamo messi a ridere di noi stessi per le follie che stavamo pensando? Oppure, a chi… Continua a leggere »
Pubblicato in Diario | Contrassegnato , , , , , , , | 1 commento

Piccolo uomo

Ti ho visto correre e mentre correvi gli anni ti raggiungevano e le tue gambe magre si facevano muscolose e poi stanche e i tuoi capelli diventavano bianchi e i tuoi calzoncini dei pantaloni eleganti e la tua maglietta una camicia a righe di gran lusso, appena visibile dalla giacca di marca a doppiopetto. E la corsa si faceva più lenta e il fiatone un respiro lungo da pavone e lo sguardo impaurito diventava fiero e deciso e l’odore acre del sudore annegava nel tuo profumo da cento euro. La corsa è quasi finita e il tuo volto sarà perso per sempre. La tua pelle, piccolo uomo, la tua pelle, persino quella hai cambiato? Che rimane di quel ragazzo? Neanche… Continua a leggere »
Pubblicato in Racconti | Contrassegnato , , , , , , , , , , | 2 commenti

Per essere felici basta dirlo

Chiuso in quella caverna. Il sole era tutto quello che avrebbe desiderato vedere. Null’altro. Ma non c’era più tempo. Bisognava fare in fretta prima che tutto crollasse. Raccogliere il passato per il presente. Fuggire con il bottino confidando in una buona dose di fortuna. E poi quello strano messaggio. Non riusciva a respirare. Doveva imparare a respirare. Cercò di capire che cos’era quella strana iscrizione sulle pareti.  “Per essere felici basta dirlo. Per dirlo devi sorridere; devi muovere uno dei trentasei muscoli della tua faccia; devi dimenticare le noie, i piccoli dolorini, la crisi, le tragedie. Metterli tra parentesi. Per un po’? No, no. Deve diventare un’abitudine. Poi l’abitudine diventa il tuo carattere. Il mondo non si salva con il… Continua a leggere »
Pubblicato in Temi | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Agrigentinità

Non è grossa, non è pesante la valigia dell’emigrante…/ C’è un po’ di terra del mio villaggio, / per non restare solo in viaggio… / Un vestito, un pane, un frutto, / e questo è tutto (Gianni Rodari, Il treno dell’emigrante). Richiedere a se stessi la verità è un’arte tra le più difficili. Ciò che è riposto nel fondo del nostro animo spesso emerge in un sentire fragile che necessita della cura del silenzio per poter dire di noi ciò che noi siamo. Ci determina nel migliore dei modi se lo trattiamo con delicatezza, sfiorandolo come un piccolo monile di vetro soffiato o osservandolo quasi timorosi che lo sguardo possa scalfirne la delicata matericità. È un territorio dunque in… Continua a leggere »
Pubblicato in Temi | Contrassegnato , , , | 2 commenti

Melancholia

Le due parti in cui è diviso il film –Justine e Claire- sono precedute da un prologo potente in cui le fotografie scorrono sulle note del preludio del Tristano e Isotta di Wagner, colonna sonora di tutta la pellicola. Sono otto minuti che raccontano l’intero film allo spettatore ignaro. Melancholia, lo si è detto tante volte, è il nome latino -e prima ancora greco- che sta anche per depressione. Il film di Lars Von Trier racconta proprio la malinconia cronica che diviene depressione e lo fa in modo universale, con uno sguardo che raccoglie l’intero cosmo. Nella prima parte la protagonista è Justine, interpretata da una splendida Kirsten Dunst che ha vinto il premio come miglior interprete femminile al 64… Continua a leggere »
Pubblicato in Dintorni | Contrassegnato , , , , , , , , , , | 1 commento

Vita pensata, N. 14, Marzo 2012

Cari amici,
vi segnalo l’uscita del numero 14 di Vita pensata dedicato al cinema e a molto altro.
Dal numero precedente sono passati alcuni mesi e nel frattempo abbiamo modificato la grafica, abbiamo aggiunto la possibilità di navigare (nel file pdf e swf) tra l’indice e i vari articoli, abbiamo inserito un portfolio dedicato a due fotografi (Lillo Rizzo e Tano Siracusa). Altre novità le scoprirete, se vorrete, da voi.
Un abbraccio,
Giusy Indice di marzo I miei contributi
Cinema/Mondo (editoriale con Alberto Giovanni Biuso)
, in “Vita pensata”, N. 14, Marzo 2012, p. 4.
(a cura di) Distruzione e progetto. Dialogo con Nicola Emery, ivi, pp. 29-39.
Van Gogh, Gauguin, il viaggio
(con Alberto Giovanni Biuso), ivi, pp.… Continua a leggere »
Pubblicato in Eventi | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , | 3 commenti

Presentazione Dopo la notizia peggiore alle Stoai di Agrigento

Cosa narrare del mio breve soggiorno ad Agrigento? Volti, parole, cortesia, affetto, meraviglia. E mani. Tante mani da stringere con calore. La sala alle Stoai era piena. La gente anche in piedi. Non c’è da stupirsi. La mia Agrigento mi ha accolto con gioia grazie alla bella organizzazione di Roberta Tuttolomondo, agli amici che mi seguono, alla presenza di relatori d’eccezione: la Prof. Ines Testoni (Università degli studi di Padova), il Prof. Alberto Giovanni Biuso (Università degli studi di Catania), il Dr. Antonio Liotta (Ospedale “San Giovanni di Dio” di Agrigento).
Non era soltanto la presentazione di un libro ma credo molto di più, tant’è che abbiamo voluto nominare l’incontro Più forte della fine, affinché potesse essere chiaro sin… Continua a leggere »
Pubblicato in Eventi | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , | 4 commenti

Più forte della fine

Cari amici,
siete invitati alla presentazione del volume Dopo la notizia peggiore. Elaborazione del morire nella relazione, che si terrà ad Agrigento il 17 dicembre prossimo. Io sarò moderatrice della serata.
Eccovi il programma Più forte della fine Stoai -via Cavaleri Magazzeni, 1- 92100 Agrigento
Ore 16,30 Relatori:
Dr. Antonio Liotta, Ospedale San Giovanni di Dio
Prof. Alberto Giovanni Biuso, Università di Catania
Prof. Ines Testoni, curatrice del volume, Università di Padova Prof. Giusy Randazzo, moderatrice della serata, Università di Napoli “Federico II” Letture di Anna Grazia Montalbano
Con la testimonianza di Roberta Tuttolomondo Rappresentazione teatrale “Stoai” Vi aspetto numerosi. Per info: redazione@vitapensata.eu  
Pubblicato in Eventi | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , | 1 commento

Igor Mitoraj, i templi e il mito

Pubblico il link al mio articolo sulla mostra/installazione di Igor Mitoraj, splendidamente corredato dalle foto di Tano Siracusa, uscito sulla Rivista Arskey, magazine di arte moderna e contemporanea Igor Mitoraj, parco archeologico, Valle dei Templi di Agrigento
Pubblicato in Eventi | Contrassegnato , , , , , , , , | Lascia un commento

Vita pensata, N. 13, Luglio 2011

Come ogni mese vi informo dell’uscita del nuovo numero di Vita pensata. Questa però sarà l’ultima nella versione digitale e gratuita. Dal prossimo numero la Rivista verrà pubblicata a stampa dalla casa editrice Villaggio Maori. Siamo ovviamente consapevoli dell’enorme difficoltà in cui versano le riviste scientifiche in questo momento, ma Vita pensata ha avuto un successo on line rilevante nonostante la difficoltà di leggere articoli anche lunghi -oltre che scientifici- sul monitor anziché comodamente seduti in poltrona. Riteniamo il cartaceo un valore aggiunto indiscutibile, d’altronde. Molti di voi ci hanno spronato più volte al “grande salto” e dunque non potevamo non accogliere la proposta della Villaggio Maori Edizioni, casa editrice seria e competente. La Rivista diverrà quadrimestrale ma mantenendo… Continua a leggere »
Pubblicato in Eventi | Contrassegnato , , , , , , , , , , | 2 commenti