Archivi tag: Genova

I genovesi

Si dice che i genovesi abbiano il mugugno facile. Io li trovo dei gran lavoratori, forse un po’ diffidenti inizialmente, ma superato il primo impatto sono poi allegri e gioviali. Riconosco loro una certa discrezione che all’inizio, da siciliana verace, scambiavo per disinteresse. Eppure spesso cerco di trovare in loro un tratto a me familiare e mi rendo conto che c’è sempre una diversità originaria a dividere le nostre mentalità. Il problema è però che sono tanto diversa anche dalla mia gente. Influenzata dal nuovo ambiente e da tanti anni di lontananza, non mi sento parte neanche di quel popolo che pur mi è caro.
Gli emigranti abitano in realtà un luogo che è zona franca, terra di nessuno e… Continua a leggere »
Pubblicato in Diario | Contrassegnato , , , , , | 4 commenti

Angeli del fango. “Superba” storia di straordinaria solidarietà

 
Genova non sarà mai nel fango perché a Genova ci sono i genovesi. Me li figuro come dei fili che al momento delle difficoltà si uniscono in una corda che tira via la città affondata dagli abissi. Il nerbo sono i giovani.
 
Tra i tanti esercizi alluvionati anche una libreria vicino a piazza De Ferrari. La proprietaria disperata. Molti libri erano distrutti. Gli Angeli le davano una mano. Alcuni di loro piangevano. Sì, piangevano perché i libri distrutti li commuovevano come nulla era riuscito a fare. Ma come al solito non si sono persi d’animo. Hanno raccolto con cura molti libri bagnati e sporchi, li hanno portati in piazza, li hanno sistemati per terra e li hanno messi in vendita.
Continua a leggere »
Pubblicato in Notizie | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Razzismo

1 Caricamento. È l’autobus che fa capolinea al Porto antico, arriva poi fino a Voltri passando per Sampierdarena. Ore 5,00 del pomeriggio. Salgo sul mezzo per tornare a casa, dopo aver assistito a uno spettacolo teatrale al Museo Commenda. Ho il tempo di fare il biglietto. Vedo una signora che si fa spazio impedendo a una bimba di circa tre anni di sedersi al suo posto. La bimba è frastornata. Dà la mano alla mamma. Forse sono ecuadoriane. La donna accenna all’impossibilità per la piccola di tenersi a qualche sostegno. La signora, dopo essersi accomodata e prima di dare il morso al panino che tiene ben stretto in mano, afferma imperiosa: «I bambini italiani stanno sulle ginocchia delle madri e… Continua a leggere »
Pubblicato in Eventi | Contrassegnato , | Lascia un commento

Collaborazioni giornalistiche

Vi segnalo i miei più recenti articoli dedicati alla vita culturale di Genova pubblicati sul quotidiano Mentelocale. 1) “La scuola delle mogli” di Sciaccaluga al Teatro della Corte, in “Mentelocale”, 16 marzo 2012. Gli spunti che il testo di Molière offre sono davvero inesauribili. Riuscire a rendere in scena la grandezza di quest’opera – che è insieme filosofica, sociologica, psicologica, antropologica, in una parola ‘eterna’ – è un’impresa non da poco. E non dimentichiamo le emozioni di cui si fa portavoce che aprono a ventaglio il range del possibile percettivo: dalla tristezza alla simpatia, dal disprezzo al dolore, dalla rabbia all’odio e poi all’amore e più su sino al divertente, allo spassoso quasi sfiorando il comico. Continua a Continua a leggere »
Pubblicato in Dintorni | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Meravigliato paesaggio: la scoperta della Liguria e i fotografi dell’Ottocento

(Pubblicato su Teatro.org il 5 maggio 2012) Domani, 6 maggio 2012, ha termine la mostra Meravigliato paesaggio a Palazzo della Meridiana, curata da Pietro Boragina e Giuseppe Marcenaro. La proroga alla chiusura, di quasi un mese, è stato un gran bene perché il percorso fotografico che offre è di altissimo livello. Si tratta di dagherrotipi, lastre al collodio e stampe all’albumina. Circa 120 fotografie in originale dell’Ottocento, che ritraggono soprattutto paesaggi e vie cittadine. La primissima immagine di Genova è proprio il dagherrotipo di un anonimo, datato 1840, tre anni dopo dunque l’invenzione della dagherrotipia. E non poteva mancare Alfredo Noack, uno dei pionieri della fotografia che ha fatto di Genova, delle sue vie e della riviera ligure i suoi… Continua a leggere »
Pubblicato in Fotografia | Contrassegnato , , , , , , , | Lascia un commento

Amor Fati, L’Anticristo, Morte di Zarathustra. Una trilogia su Friedrich Nietzsche

(Pubblicato su Teatro.org il 27 aprile 2012) Due repliche non previste per questo spettacolo dal successo meritato. Tre momenti in cui il dramma si sposa con il tragico e con il mitico attraverso la danza, il ritmo, l’azione corporea che ha il sopravvento su tutti gli altri linguaggi, potenziando gli effetti scenici e visivi. Tre lavori per tre momenti cadenzati da pause di riflessione necessarie allo spettatore, il cui turbamento iniziale cede il passo durante la rappresentazione a uno stupore meravigliato, che è poi la cifra filosofica di questo spettacolo. Nessun intento narratologico, ma semmai la volontà di far sì che attori e spettatori insieme vivano un’esperienza comune che potremmo chiamare ‘archeologia delle emozioni”. Il richiamo a Nietzsche non è … Continua a leggere »
Pubblicato in Dintorni | Contrassegnato , , , , , , | Lascia un commento

L’eterna giovinezza di Kohlhaas

(Pubblicato su Teatro.org il 26 aprile 2012)
Millesima replica il 26 aprile 2012, alla prima di Kohlhaas, adattamento teatrale di Marco Baliani e Remo Rostagno, tratto dall’omonimo romanzo di Heinrich Wilhelm von Kleist. Il teatro di narrazione tocca con Kohlhaas uno dei suoi vertici. Marco Baliani pur rimanendo Marco Baliani, autore e attore insieme, riesce a rappresentare la storia con la maestria di decine di attori e la magia di una scena ricca e cangiante. E invece è sempre lui, vestito sobriamente, che si muove in una scenografia essenziale. Immediato è il rimando al Mistero buffo di Dario Fo, che diede il via al teatro di narrazione negli anni Settanta.
La sala Duse del Teatro Stabile genovese ha registrato… Continua a leggere »
Pubblicato in Dintorni | Contrassegnato , , , , , , | Lascia un commento

Il ritorno della Turandot di Montaldo

(Pubblicato su Teatro.org il 19 aprile 2012)
Al Teatro Carlo Felice penultimo appuntamento della stagione lirica. Si tratta della Turandot, l’opera pucciniana incompiuta -qui proposta col completamento di Franco Alfano- messa in scena con la regia di Giuliano Montaldo e la direzione di Marco Zambelli. L’allestimento è lo stesso che dal 1996 caratterizza la Turandot genovese: la lunga scalinata, con uno sviluppo a due rampe, all’interno di un cubo sorretto da sei colonne, che girando sul meccanismo movibile del palcoscenico permette una facile transizione dei quadri. Una scenografia tradizionale ma potente che ben si sposa con la musica, rispettando così la volontà di Puccini sia scenografica sia teorica. Il Maestro si era proposto infatti un’opera in cui scena e… Continua a leggere »
Pubblicato in Dintorni | Contrassegnato , , , , , , | Lascia un commento

Trilogia su Nietzsche al teatro Akropolis

(Pubblicato su Mentelocale.it il 16 aprile 2012) È un tempo, questo, in cui Nietzsche è decisamente al centro del mirino. Si tratta della questione aperta, nata sulle pagine di Repubblica l’anno scorso e poi trasferitasi su quelle del Manifesto, neorealismo versus postmodernismo. I protagonisti sono Vattimo e Ferraris, gli inquisiti sono i fatti e le interpretazioni della nota frase nietzscheana contro il positivismo: «Proprio i fatti non ci sono, bensì solo interpretazioni» (Frammenti postumi 1855-1887, 7 [60]). Ovviamente i realisti affermano che ritenere che i fatti non esistano significa dar man forte a chi vuol manipolare la verità, per esempio ai negazionisti; dal canto loro i postmodernisti sostengono che tener per vero qualcosa significa monopolizzare la… Continua a leggere »
Pubblicato in Dintorni | Contrassegnato , , , , , , | Lascia un commento

Le Grandi Parole dell’Umanità. Dialoghi di Platone alla Corte

 Gianni Vattimo e Vito Mancuso alla Corte per le “Grandi Parole dell’Umanità”, in “Mentelocale”, 20 marzo 2012. Il tutto esaurito mette gioia, soprattutto quando si tratta di filosofia. La gente ha fame di pensiero, boicotta la televisione e se ne va ad ascoltare Platone. Questo è accaduto al Teatro della Corte di Genova, dove il tutto esaurito ha riguardato anche il foyer. La gente sedeva per terra per ascoltare e vedere – con difficoltà date le dimensioni del video – i filosofi introdurre Platone e gli attori leggerlo e drammatizzarlo. Sabato scorso, il 17 di marzo, è stata la volta di Gianni Vattimo, lunedì sera di Vito Mancuso. Ma il vero grande protagonista delle serate, organizzate dal Teatro della… Continua a leggere »
Pubblicato in Eventi, Filosofia | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento