Archivi tag: felicità

Rinascere

Si rinasce più volte durante la vita. Ogni volta in maniera più consapevole e tuttavia sempre nello stesso modo. E tutte le volte il respiro che si affaccia al nuovo sole è più intenso e fecondo. E la caverna si abbandona attraverso un cunicolo stretto e impervio che graffia, ferisce, trattiene, soffoca. Bisogna aver mani salde e forza fisica; sapersi aggrappare a ogni radice, a ogni sporgenza per quanto tagliente essa sia. Bisogna saper trattenere il fiato e non opporsi alla fatica e non tentare di tornare indietro. Così appare la luce. Sempre. Così si nasce e così si vive. Ogni approdo felice arriva infatti dal periglioso cammino della via stretta.
Pubblicato in Temi | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

Lo spaccio della felicità

«L’esito del colloquio è negativo. RingraziandoLa per la preferenza accordataci, Le porgiamo i più cordiali saluti. Ps Signorina, dissento recisamente da quanto sopra. I colloqui con lei, benché a volte tumultuosi, hanno consentito a questa azienda di ottenere ottimi profitti. Le confermo dunque l’assunzione a tempo indeterminato e Le rammento la collocazione dei prodotti a Sua disposizione nello spaccio accanto, istituito per gruppi come il nostro.
Dolore, coraggio, amore, tristezza, amicizia, accettazione, insidia, inganno, preoccupazione e generi simili sono disposti nel ripiano di mezzo, essendo il cibo più frequente dell’essere umano. Sono, dunque, all’altezza dei Suoi occhi e molti di essi non potrà evitarli, ma stabilizzeranno il carrello, senza i quali sfuggirebbe al Suo controllo. Nei ripiani inferiori, molto in… Continua a leggere »
Pubblicato in Racconti | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

Per essere felici basta dirlo

Chiuso in quella caverna. Il sole era tutto quello che avrebbe desiderato vedere. Null’altro. Ma non c’era più tempo. Bisognava fare in fretta prima che tutto crollasse. Raccogliere il passato per il presente. Fuggire con il bottino confidando in una buona dose di fortuna. E poi quello strano messaggio. Non riusciva a respirare. Doveva imparare a respirare. Cercò di capire che cos’era quella strana iscrizione sulle pareti.  “Per essere felici basta dirlo. Per dirlo devi sorridere; devi muovere uno dei trentasei muscoli della tua faccia; devi dimenticare le noie, i piccoli dolorini, la crisi, le tragedie. Metterli tra parentesi. Per un po’? No, no. Deve diventare un’abitudine. Poi l’abitudine diventa il tuo carattere. Il mondo non si salva con il… Continua a leggere »
Pubblicato in Temi | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Vita pensata, N. 11, Maggio 2011


Il numero 11 di Vita pensata è forse, tra tutti quelli già usciti, il più vario. Eppure ancora una volta è possibile rintracciare un filo rosso, che si manifesta emergendo in modo naturale e dando un’unità forte alla polivocità dei temi trattati. Da qui il titolo dell’editoriale: “Etica e retorica”. 
Anche le fotografie, che corredano splendidamente gli articoli nella versione pdf, esprimono questo denominatore comune. A cominciare da quella in copertina della brava Marisa Gelardi, che è la più emblematica nel dire metaforicamente del “rovesciamento” che il linguaggio, quando non usato come semplice mezzo, promuove nell’umano modo di rapportarsi al mondo e di costruirlo sospendendo l’ovvietà valoriale imposta silentemente.
Buona lettura a tutti. Indice maggio I miei contributi
Editoriale (con… Continua a leggere »
Pubblicato in Eventi | Contrassegnato , , , , , , , , , , , | 5 commenti