Archivi autore: Giusy Randazzo

Democrazia a prezzi modici

Si sappia che il problema del terrorismo è in via di risoluzione. Due giorni fa (19 febbraio 2016) gli Usa hanno sferrato un attacco missilistico contro un campo di addestramento dell’ISIS in Libia nel tentativo di uccidere Noureddine Chouchane, colui che pare sia il responsabile della strage del 2015 al museo Bardo e a Sousse in Tunisia. Il bilancio è di circa 40 morti, dicono. Forse Chouchane è morto o forse no. Peccato che col raid aereo gli americani abbiano anche ammazzato due ostaggi serbi, rapiti a novembre proprio dal gruppo terroristico. Rischi del mestiere, si sa. Quando uno fa il poliziotto del mondo può succedere. Gli altri erano tutti terroristi, però. Questo è certissimo. Lo dicono loro. A parte… Continua a leggere »
Pubblicato in Notizie | Contrassegnato , , , , , , , , | Lascia un commento

Contro il controllo totale

Nella società dello spettacolo in cui viviamo si fa un uso manipolatorio dell’immagine  attraverso armi persuasive di distrazione di massa. Il livello denotativo (quello manifesto, insomma) dell’immagine veicola perlopiù una bellezza contraffatta che è quella che balza agli occhi e ci distrae. Ma è il livello connotativo (il messaggio nascosto e veicolato) dell’immagine il vero scandalo nascosto: i canali di produzione – siano essi politici o aziendali – intridono l’immagine di significati vantaggiosi per i loro scopi, profittando della distrazione generata dal livello denotativo, per renderci passivi osservatori della realtà. Ci lasciamo soggiogare da questa dittatura visiva senza opporre il benché minimo rifiuto critico. Siamo anestetizzati, dopati allo scopo di controllare le nostre prestazioni visive e giungere così all’obiettivo di… Continua a leggere »
Pubblicato in Filosofia, Fotografia | Contrassegnato , , , , , , , , , , , | 6 commenti

Il vecchio proprietario

«Una casa è una casa. Non misurabile in metri quadri, insomma. Poi c’è quel giardino lì che fa parte di un sogno. Volevamo respirare la terra alzandoci al mattino per ricordarci della nostra originaria umanità. Il sole fa il resto. Rimane alto anche quando piove o le nuvole oscurano il cielo. Anche il sole ha una sua metafora, sa? Ci vive dentro se si sa come affrontare i giorni più neri. Ma queste mura erano ancora altro. Un “noi” cementato dalla consapevolezza che al di fuori ognuno è lupo per l’altro mentre dentro, invece, l’altro è un’aggiunta di valore: genitore o figlio o cane o gatto che sia. I completamenti non esistono se le fondamenta sono stabilmente ancorate a una… Continua a leggere »
Pubblicato in Racconti | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

L’ipocrita canguro

Il livello della politica italiana è misurabile dal linguaggio usato durante le sedute di Camera o Senato. Quando va bene ci si limita agli insulti e ai gesti dell’ombrello, altrimenti si può anche arrivare alle mani. Questo lo stile del motore vitale della democrazia italiana: il cuore della nostra Repubblica. Ovviamente con il dibattito sul ddl Cirinnà le offese hanno superato il luogo deputato oltraggiando “con eleganza” cittadini a tutt’oggi discriminati nei diritti a causa di una destra omofoba e di una sinistra (?) anch’essa influenzata dalla monarchia assoluta di tipo teocratico, enclave in Italia, che indirizza persino l’interpretazione del nostro dettato costituzionale.
Mettendo da parte i toni con cui sta avvenendo questo dibattito, in questi giorni si è raggiunto… Continua a leggere »
Pubblicato in Notizie | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

Domande retoriche?

Non si discute sul fatto che Al Assad sia un dittatore. L’ho detto e scritto più volte. Il punto rimane sempre lo stesso, mi chiedo ancora una volta: chi sono i ribelli anti-Assad? L’Esercito Libero Siriano alleato con il Fronte Islamico che vorrebbe costituire uno stato islamico secondo le leggi della Sharīʿa? Jabhat al–Nusra, il gruppo affiliato con Al-Qaida? l’IS di cui tutti conoscono l’ideologia? Anche volendo accogliere il lato più vero della propaganda contro l’Iran oscurantista, contro Putin il massacratore, contro l’Hezbollah antisemita, etc etc etc, mi chiedo ancora una volta: da quali nazioni è formato il fronte anti-Assad?
Dalla democratica Arabia Saudita? Dall’emancipata Turchia? Dagli disinteressati USA? E ancora: tranne che in Tunisia, dove e quando… Continua a leggere »
Pubblicato in Notizie | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , | 4 commenti

I genovesi

Si dice che i genovesi abbiano il mugugno facile. Io li trovo dei gran lavoratori, forse un po’ diffidenti inizialmente, ma superato il primo impatto sono poi allegri e gioviali. Riconosco loro una certa discrezione che all’inizio, da siciliana verace, scambiavo per disinteresse. Eppure spesso cerco di trovare in loro un tratto a me familiare e mi rendo conto che c’è sempre una diversità originaria a dividere le nostre mentalità. Il problema è però che sono tanto diversa anche dalla mia gente. Influenzata dal nuovo ambiente e da tanti anni di lontananza, non mi sento parte neanche di quel popolo che pur mi è caro.
Gli emigranti abitano in realtà un luogo che è zona franca, terra di nessuno e… Continua a leggere »
Pubblicato in Diario | Contrassegnato , , , , , | 4 commenti

Sulla bruttezza

Platone aveva posto la Bellezza tra le idee-valori, poiché «alla sola bellezza toccò il privilegio d’essere la più manifesta e la più amabile » (Fedro, 250 D14-16). Avrebbe però dovuto tenere in considerazione la Bruttezza. Non quella che lascia indifferenti, ma quella estrema che sconcerta. Anche la Bruttezza ha avuto in sorte il privilegio di essere la più manifesta e la più detestabile.
Il commercio vacuo di pensieri a buon mercato, il linguaggio ridotto a mezzo di trasporto, la saggezza sorretta da analfabetismo visivo ed edonismo innaturale, la volgarità del gusto, l’ignoranza che si bea di se stessa, la chiacchiera che si sostanzia in sentenze dall’italiano improbabile, la cafoneria come cifra della propria identità, l’anonimato della vigliaccheria, tutto questo è… Continua a leggere »
Pubblicato in Temi | Contrassegnato , , , , , , , , , , | 4 commenti

Il volto della lealtà

“Sei qui, mio amore. Ti sei svegliata a causa mia”.
Leila si accovacciò stancamente vicino a lui.
“Non riesco a prendere sonno. La rabbia mi assale e sta lì nel fondo spingendomi in basso. Provo a pensare ad altro ma di nuovo mi afferra e di nuovo si impossessa di me. No, non è una colpa non amare più. Che altro avrei potuto rispondere? Ma perché però è tanto difficile per gli uomini essere leali? Non mi rispondi, eh? Ma tu che cosa ne puoi sapere? Sei sempre così dolce, così piena d’amore, così tenera, così leale. Mi perdoni ogni cosa e neanche sai di farlo. E mi ascolti, riscaldandomi. Mi insegni ad amare, lo sai? E a reggere il… Continua a leggere »
Pubblicato in Racconti | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Lentezza/velocità

La lentezza è la terra che si smuove per far spazio al filo d’erba; è la tortora che all’alba zampetta sul viale silenzioso e deserto; è l’onda che si srotola tranquilla sulla battigia di sabbia dorata; è il bimbo che si rannicchia sul letto, addormentato; è il glicine che si sveglia col suo tempo; è la finestra che si apre a un paesaggio immenso; è la nonna che ti sveglia col latte caldo; è l’amico che ti ascolta con pazienza; è il tuo cane che ti guarda innamorato; è il figlio che si racconta apertamente; è la musica che invade la cucina assolata; è una birra col tuo amore, seduti sul letto; è il giorno che si avvicenda senza corsa.… Continua a leggere »
Pubblicato in Temi | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

Dedicarsi un sogno

Non trovare più motivi di gioia per alzarsi al mattino pare sia uno dei campanelli d’allarme di uno stato di malessere psicologico. Ma il peggiore è un altro: non avere più un sogno da visualizzare quando ci si va a coricare la sera. Che sia un amore o un successo professionale o semplicemente un traguardo desiderato, avere un sogno su cui concentrarsi quando si va a letto è fondamentale. Ed è lo stesso che poi ci spinge a svegliarci al mattino. Se dunque ritenete di non avere più un vostro sogno, costruitevelo. E fatelo in fretta. Nulla è più bello di dedicarsi un sogno. Continua a leggere »
Pubblicato in Temi | Contrassegnato , , | Lascia un commento