571 views

La specie più importante

 

Lo specismo nasce dal convincimento che gli umani siano gli esseri più importanti di questo pianeta. Non è vero, sono soltanto gli animali dominanti e per sfortuna i peggiori. Noi siamo ospiti della Terra esattamente come gli altri esseri che ci vivono. Eppure con quale presunzione ci sentiamo in diritto di uccidere e di distruggere. E che differenza c’è tra noi e gli altri animali che spesso cacciamo per sport e ‘indossiamo’ per bellezza e ‘cosifichiamo’ per possesso. Con quale arroganza ci convinciamo che siamo la specie più importante, che la nostra vita va salvaguardata più di tutte le altre, per giustificare la nostra crudeltà, la sovrabbondanza di cibo, la brama di possesso. Tutto questo mentre in una buona parte del mondo una quantità inverosimile di persone sta morendo di fame e in un’altra parte si sta uccidendo con le armi che l’uomo stesso -l’umano intelligente- ha costruito. E per finire quanto orgogliosi possono essere gli uomini della loro crudeltà, della loro indifferenza alla vita, del loro folle specismo, che si abbevera volta per volta di odio, cattiveria, supponenza e poggia sulle ragioni del più forte e dei più numerosi. Urlano dai pulpiti di carità che siamo la specie più importante mentre costruiscono armi per autodistruggersi, mentre alimentano il razzismo, mentre giustificano l’omofobia, mentre mercificano anche il corpo umano, mentre insegnano la paura del ‘diverso’ ai loro figli. No, non siamo la specie più importante, siamo la più pericolosa per la Terra e per noi stessi. Non lasceremo che il Sole muoia di vecchiaia. No, la Terra morirà per mano nostra perché abbiamo costruito senza criterio, abbiamo violentato il territorio, abbiamo sradicato la vita, abbiamo modificato la morfologia, esattamente come farebbe un chirurgo plastico folle che incide sulla carne umana lasciando qua e là profonde cicatrici e modificando la posizione degli organi. Cominciamo ad aprire gli occhi dicendo no allo specismo, imparando a posizionarci nella natura come esseri tra gli esseri, forse è l’unico modo per imparare ad abitare prima di imparare di nuovo a costruire.

Questa voce è stata pubblicata in Temi. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *