659 views

Violenti

 

Ovviamente la colpa di quanto accaduto a Palazzo Chigi è da ascrivere a chi manifesta il dissenso e non a chi è responsabile della situazione di crisi; a chi contesta e non a chi ride del proprio successo a scapito degli italiani, con abbracci, pianti liberatori e dito medio alzato. Tanto per ricordare a che livello di viltà possono arrivare. 

gasparri-dito-medio-770x512

E mentre Gasparri alzava il dito medio sorridendo soddisfatto contro la folla di manifestanti, Giovanardi li apostrofava definendoli “quattro cialtroni”.

Con questo gruppo di infingardi, volgari, meschini, ignobili, rozzi e sguaiati il pd -la sinistra- ha fatto il governo.

Riporto il commento di un signore in risposta a un altro che sosteneva che i responsabili del gesto folle di ieri a Palazzo Chigi sono coloro (leggasi Grillo, ovviamente) che aizzano il popolo con offese aggressive rivolte ai politici.

“Le rispondo da disoccupato. Non è chi urla che mi fa saltare i nervi ma chi mi deride e mi tratta con indifferenza. La dignità vilipesa non si appaga con un vaffanculo e non si smuove in rivoluzione con un’invettiva, ma si tramuta in odio quando chi è causa ti sorride sornione. Pensa a sb, se fosse bastato dirgli qualcosa come ‘zombie o morto che cammina’ per armare tutti contro di lui a quest’ora avremmo raccontato da tempo di un esercito all’assalto del bunker. No, ci vuole molto di più. Ci vuole la sostanza della rovina prima che un epiteto per quanto offensivo e aggressivo possa sembrare. 
Non è violenza forse far prendere a un pensionato meno di mille euro? Non è violenza dire al lavoratore, sfiancato da 40 anni di lavoro, che andrà in pensione a settant’anni? Non è violenza l’annuncio della fine del finanziamento della cassa integrazione in deroga che è una morte annunciata? Non è violenza sperare che il tuo farmaco sia salvavita altrimenti lo devi pagare e non hai soldi? Non è violenza essere licenziati ingiustamente e non avere neanche la speranza di rientrare sul proprio posto di lavoro? Non è violenza essere laureati, professionisti e non poter sfamare i propri figli? Non è violenza essere un giovane ricercatore ed essere costretto ad andare via dalla propria nazione? Non è violenza veder violentato il proprio territorio? Non è violenza essere costretti a nascondere la propria sessualità?
La vera violenza è di chi sa di fare il male eppure lo continua a fare”.

Questa voce è stata pubblicata in Notizie e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *