559 views

Menar il can per l’aia

 

400px-Parlamento_Italiano_Giuramento_di_Giovanni_LeoneIl Parlamento senza esecutivo può lavorare? La risposta è . Nonostante la consuetudine preveda che gli organismi parlamentari si formino dopo l’insediamento del governo, essa non è una legge e dunque può essere disattesa senza trasgredire alcuna norma. Da ogni parte la gente si lamenta perché, a due mesi dalle elezioni, ancora tutto è fermo.

Il più accusato sino a oggi è stato il M5S. Pareva che fosse tutta colpa sua: dalla pioggia incessante alla stasi in Parlamento. Adesso che all’orizzonte si profila un governissimo, qualcuno del PD comincia a ricordarsi quanto ho scritto sopra: il Parlamento può lavorare anche senza esecutivo. È questione di volontà. Altrimenti, dato che è scandaloso questo fermo non biologico causato dall’assenza di un governo –come si affannavano a ribattere i dileggiatori del M5S, mentre si affliggevano tormentavano angosciavano preoccupavano per dimostrare con argomenti magici che Grillo, che peraltro non ha alcun incarico istituzionale, fosse un dittatore (mi chiedo però che risma di persone può voler fare un governo con un movimento guidato da un hitler redivivo)- perché non fare un bell’inciucio con il pdl?  

O forse l’unico scandalo è che il Parlamento pur potendo lavorare ancora non l’abbia fatto? Che diano il via alle commissioni, che si cominci a far politica, che si taccia quando non si ha nulla di argomentabile da dire, che si faccia anziché continuare a menar il can per l’aia.

***************
Consiglio di leggere la brachilogia del Professor Alberto Biuso, pubblicata oggi, 8 aprile 2013, sul suo sito: Il Peggiore

 

Questa voce è stata pubblicata in Notizie e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Menar il can per l’aia

  1. Pingback: Benaltrismo | Agorà di filosofia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *