963 views

Sul buon giornalismo

 

Pietro Fattori è della classe 1980. Ciò significa che ha 31 anni. Un ragazzo, insomma. E infatti ha il viso di un bambino, ma lo sguardo di un vecchio saggio. Ha la bellezza e la fisicità di un kouros, ma la forza di un uomo impavido. Ha la semplicità di un ragazzo di provincia, ma la sicurezza di un maturo professionista. Ha la compostezza di un colletto bianco, ma serra le braccia come un ammutinato. Ha l’accento siciliano, ma la lingua di un rivoluzionario. E non aspetta che passi la piena rimanendo piegato come un giunco, ma come una quercia rimane in piedi nonostante i colpi di accetta sferrati. Questo è il giornalista Pietro Fattori, caporedattore del quotidiano online InfoAgrigento.
Un uomo che si muove con sicurezza, che parla senza peli sulla lingua, che dimostra un coraggio lodevole. Molti amici li ha persi nel corso della sua seppur breve carriera e molti li perderà, perché se qualcosa non va, se c’è da denunciare, Pietro non si fa sottomettere da logiche amicali o di profitto. Non stiamo parlando di un professionista di una grande testata, Pietro Fattori fa parte di quel giro in cui per riuscire è meglio farsi qualche amico tra i politici o evitare di toccare gli intoccabili o gli amici degli amici. Pietro invece va per la sua strada, accetta le querele, fa le sue battaglie e accoglie le critiche. Io non ho avuto il piacere di conoscerlo personalmente e non posso neanche dire che condivido o apprezzo sempre i suoi articoli –la maggior parte delle volte però è così. Di fronte alla grandezza e alla severità e alla serietà con cui fa il suo mestiere non posso comunque che togliermi il metaforico cappello. Ho imparato moltissime cose grazie a lui e ho compreso logiche e fatti storici a me sconosciuti.
Qualche tempo fa vi ho parlato del cattivo giornalismo e ho preso ad esempio un personaggio agrigentino. Oggi invece vi racconto di Pietro Fattori, della fedeltà a se stessi e alla propria terra, del buon giornalismo insomma, di cui Pietro è paradigma. E ho scelto lui come esempio perché mi sorprende tanta forza in un ragazzo e non posso che lodare la sua volontà di continuare a lottare in una terra così difficile, in cui l’atteggiamento mafioso è a volte persino più invasivo della mafia. Ma Pietro Fattori non indietreggia mai. Ha le sue idee, condivisibili o meno, ma è onesto e preziosissimo per la mia Agrigento.

Un interessante reportage di Pietro Fattori sulla frana di Agrigento (19 Luglio 1966) e la speculazione edilizia:
Prima Parte
Seconda Parte

Terza Parte

Quarta Parte

Questa voce è stata pubblicata in Temi e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a Sul buon giornalismo

  1. GS scrive:

    Condivido quanto scritto, ritengo che InfoAgrigento sia una delle pochissime (se non forse l’unica) testata libera presente ad Agrigento.

    GS

     
  2. rosa scrive:

    Come agrigentina ed estimatrice di Pietro volevo anch’io testimoniare la sua voglia di fare e di mettere in pratica e principalmente mettere in primis la sua faccia. E’ riuscito,certo anche con la collaborazione di altre persone,a far riaprire la strada ferrata che va da Agrigento Bassa a Porto Empedocle; che è stata chiusa per più di 40 anni.Per chi non dovesse conoscere questa zona, una è la periferia di Agrigento l’altro un paese della provincia agrigentina e dove con il treno partrtendo dalla prima si arriva dritti al cuore della Valle Dei Templi

     
    • rosa scrive:

      Ho omesso di decantare tutte le virtù di giornalista in quanto la mia cara Giusi è riuscita come al solito a far capire con le parole l’essenza della persona;io l’ho voluto descrivere come uomo impegnato a far ritornare ai vecchi fasti Agrigento.

       
  3. Giovanni scrive:

    bravo pietro, ma sottolineo anche che altre testate libere ce ne sono ad agrigento, cito l’altra agrigento online, agrigento informazione, la valle dei templi e qualche altro che non ricordo…

     

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *